Arte ai piedi: La storia della collaborazione tra Parra e Nike

di Sneaker Narcos
piet parra

Pieter Janssen, meglio noto come Piet Parra, è ad oggi un artista e designer di chiara caratura che ha conquistato una platea di difficile coinvolgimento come quella contemporanea, iniziando dai primi lavori per amici musicisti conterranei fino ad essere esposto in musei d’alto profilo come il MoMa di San Francisco. All’inizio della sua carriera, appunto, si occupava solo di realizzare flyer e poster per eventi musicali di Amsterdam fin dalla fine degli anni ’90, pesantemente influenzato dalla cultura post pop e avantgarde e dalla subcultura skate di cui ha sempre fatto parte.

La sua arte è un misto di sacro e profano: il sacro è rappresentato dall’immediatezza universale dei suoi progetti e delle sue soluzioni artistiche, dalle sue scelte di rappresentare stati d’animo, situazioni surreali o semplici fantasie esprimendosi maggiormente con colori primari ma carichi di saturazione, e il profano è garantito dall’aspetto satirico, goliardico, spesso nonsense delle sue diavolesse procaci e dei suoi soggetti che sfoggiano teste d’uccello stilizzate, che sembrano un ammiccamento ad un formato di vignetta post moderno senza dialoghi, senza contesto. Il lettering vibrante sottolinea la vena spensierata e coinvolgente dei suoi lavori, continuando la sua opera di artista calligrafico e introducendo nel pool dell’arte contemporanea la sua visione underground. In definitiva, in un mondo dove tutto deve avere per forza un senso, Parra ci porta dove finiamo per chiederci se davvero abbiamo bisogno di dare un senso a tutto, con un’arte figurativa d’impatto e bizzarra, come le sue spille a soggetto fantastico di donne in tacchi a forma di pera o le stampe di paesaggi che sembrano collage.

A fronte di ciò, Nike, da sempre attenta alle tendenze emergenti, non ha potuto esimersi dal collaborare fruttuosamente con Piet Parra in più occasioni, a partire dalla release dell’anno 2005, dove egli propose due versioni della stessa Nike Air Max 1, inizialmente sfruttando la palette di colori della busta della catena di supermercati Albert Hejin, di cui esistono solo 24 esemplari tuttora, ma che fu scartata per via di un cambio di politiche pubblicitarie dei colori sociali della catena, in favore di quella che noi conosciamo e apprezziamo come Parra X Nike Air Max 1 “Amsterdam”.

parra nike air max 1 albert heijn
Parra X Nike Air Max 1 “Albert Heijn”
parra nike air max 1 amsterdam
Parra X Nike Air Max 1 “Amsterdam”

Venne poi il momento delle Parra X Nike Air Maxim 1 nel 2009, seguite dalle celebri Parra X Nike Air Max 1 “Cherrywood” nel 2010 che chiudono il primo arco collaborativo col brand.

parra nike air maxim 1
Parra X Nike Air Maxim 1
parra nike air max 1 cherrywood
Parra X Nike Air Max 1 “Cherrywood”

Dopo uno hiatus durato otto anni, Parra riprende il dialogo con Nike lanciando le Parra X Nike X Air Max 1 2018, insieme alla poco meno quotata Parra X Nike Air Zoom Spiridon, e che in sé comprende una sorta di summa stilistica dell’artista, ben visibile attraverso i pattern e i colori vivaci e incisivi post pop art.

parra nike air max 1 2018
Parra X Nike Air Max 1 2018
parra nike air zoom spiridon
Parra X Nike Air Zoom Spiridon
parra nike air max 1 2018 friends and family
Parra X Nike Air Max 1 2018 “Friends & Family”

Nel 2019 torniamo a parlare di lui attraverso la nuova esclusiva per Nike, le Parra X Nike SB Dunk Low che usciranno questa estate, che sembra essere una versione visivamente più soft delle Parra X Nike Air Max 2018, riutilizzando lo stesso pool di colori della sopracitata ma dando più spazio al bianco ottico della tomaia in pelle. Il triple Swoosh in spugna, già visto in release autonome di Nike, è un richiamo alla sorella maggiore del 2010, mentre la fodera interna della scarpa presenta la ben nota palette di colori bold tipica di Parra, richiamata anche nei lacci sostitutivi a quelli bianchi standard. Per finire, Parra incide il suo lettering distintivo nella scarpa sinistra per il logo Nike SB e la sua firma nella destra, differenziando questo progetto dal precedente in un modo più contenuto e meno vistoso ma non meno riconoscibile.

parra nike sb dunk low
Parra X Nike SB Dunk Low
parra nike sb dunk low
Parra X Nike SB Dunk Low
parra nike sb dunk low
Parra X Nike SB Dunk Low

Adesso che sappiamo tutto, non ci resta altro che aspettare per mettere finalmente le mani su quest’ultima fatica di Piet Parra.

Autrice: Rachele Agostini

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento